Gusci di noce

Libro della Vita
Libro della Vita

Tutti cerchiamo, troviamo, e a volte perdiamo qualcosa nel cammino della vita. Aprendo gli occhi la mattina, sappiamo che la vita è fuori dalla porta che ti aspetta, non ti precede, non ti segue, ma cammina silenziosa accanto a noi. Camminando per la strada, un pomeriggio d’autunno, ho incontrato seduto sul marciapiede un bambino che piangeva. Gli ho chiesto: “perché piangi?” “Ho perso il mio gatto e non lo ritrovo più lui” ha risposto. “Non piangere piccolo” gli ho detto, “continua a cercare vedrai che lo ritrovi il tuo gatto.” Proseguendo per la strada ho incontrato un vecchio, seduto su una panchina, con la testa fra le mani, nel silenzio percepivo un timido lamento, gli ho chiesto se era in cerca di qualcuno o che cosa avesse perso. “È l’affetto dei miei cari che ho perduto, sono stato abbandonato da chi forse nella vita ho poco amato.” Poco avanti un uomo tutto solo che girava su se stesso, non sapeva cosa fare o che cosa avesse perso, lui ha risposto, ma con fatica “è il lavoro che ho perduto, era tutta la mia vita.” Un bambino piange per aver perso il gatto. Un vecchio piange per aver perso l’affetto dei suoi cari. Un uomo piange per aver perso il lavoro. Una donna piange per aver perso l’amore. Ma una cosa tutti sanno: è che devono cercare di ritrovare ciò che hanno perso, e cercare di non perdere la cosa più importante, la voglia di vivere.

Accendi le idee

Creative bulb icon collection

Compito per le vacanze:  ti invitiamo a esprimere tre desideri che vorresti fosse realizzati da DIABO e noi assieme a tutti voi faremo in modo di renderli possibili.

Progetti e iniziative in testa ne abbiamo sì, ma solo mettendole assieme possiamo far nascere un orizzonte nuovo. Le vostre proposte saranno discusse e selezionate nel corso della prima assemblea dei soci di DIABO che verrà convocata in autunno di quest’anno.

Genaratori di azioni positive

CphV8X8XYAEtQ5F

Diabetici Insieme a Bologna – DIABO ha scelto per il proprio sito ufficiale un indirizzo che non riporta ne in forma intera, ne in abbreviata il suo nome, ma bensì agire. Tale opzione non è casuale e dettata da due ragioni di fondo. La prima risiede nel cercare di evitare lungaggini tra gli internauti per dover digitare e memorizzare tutto l’indirizzo in forma estesa. La seconda, di sostanza, associare DIABO con l’agire è non solo un riferimento positivo, ma si esplica e concretizza proprio assieme ad uno degli elementi chiave per una vita giusta con il diabete: l’azione motoria, fisica, intellettuale, creativa.

Agire è parte fondante della vita umana, agire è determinante in noi diabetici. L’azione spinta dalla nostra forza di volontà ci deve portare ad essere e fare squadra per conoscere, imparare, crescere bene nel corpo  e nella mente, e reagire innanzi alle difficoltà, non arrendersi mai!

È così

Non ho pazienza per alcune cose, non perché sia diventata arrogante, semplicemente perché sono arrivata a un punto della mia vita, in cui non mi piace più perdere tempo con ciò che mi dispiace o ferisce. Non ho pazienza per il cinismo, critiche eccessive e richieste di qualsiasi natura. Ho perso la voglia di compiacere chi non mi aggrada, di amare chi non mi ama e di sorridere a chi non mi sorride. Non dedico più un minuto a chi mente o vuole manipolare. Ho deciso di non con-vivere più con la presunzione, l’ipocrisia, la disonestà e le lodi a buon mercato. Non tollero l’erudizione selettiva e l’arroganza accademica. Non mi adeguo più al provincialismo e ai pettegolezzi. Non sopporto conflitti e confronti. Credo in un mondo di opposti. Per questo evito le persone rigide e inflessibili. Nell’amicizia non mi piace la mancanza di lealtà e il tradimento. Non mi accompagno con chi non sappia incoraggiare o elogiare. I sensazionalismi mi annoiano e ho difficoltà ad accettare coloro a cui non piacciono gli animali. Soprattutto, non ho nessuna pazienza per chi non merita la mia pazienza.
Meryl Streep

Diabo e FEDER

logo01a (2)

DIABO avanzerà la richiesta, dopo ferragosto, di adesione alla FEDER Federazione Diabete Emilia-Romagna. Le sfide e problematiche presenti a Bologna e Provincia Metropolitana richiedono quanto mai la presenza della Federazione, cosi come noi possiamo contribuire a farla crescere con il nostro contributo di idee e progetti, per molti aspetti innovativi.

Benvenuti nel sito dei Diabetici Insieme a Bologna

14021580_1031301093653991_6267416748218053364_n

È la notizia che non stavate aspettando: lo scorso 4 agosto 2016 è nata DIABO – Diabetici Insieme a Bologna, una comunità associativa aperta ai diabetici di tutti i tipi purché condividano la voglia di stare assieme vivere la vita al meglio, essere informati e formati preparati nella gestione quotidiana del diabete, essere squadra per rivendicare, volere un’assistenza sanitaria migliore per i diabetici bolognesi, al passo coi tempi e le novità terapeutiche offerte dalla scienza medica e dalla ricerca. Da Porretta Terme a Pieve di Cento, in ogni luogo e sperduto angolo di Bologna e Provincia metropolitana, ove c’è un diabetico, diabetica che vive da solo la malattia desideriamo dirgli: nessuno deve restare solo, assieme possiamo dobbiamo stare bene. E allora? E allora AnDiabo c’è tanta strada e tanto da fare!

Il Consiglio Direttivo di DIABO è composto da:
Agata Magaletta – Presidente
Roberto Lambertini – Vicepresidente
Cinzia Francesca Dursi – Consigliera e Counselor
Flavia Altini – Consigliera
Emanuela Nicoletti – Consigliera

E come avevamo scritto sulla pagina Facebook ecco il sito: Agire, perché un diabetico deve agire per stare bene e allora ciak! Azione si parte. Oltre all’odierna apertura del sito ufficiale nei prossimi giorni forniremo man mano recapiti telefonici e affini. Da settembre saremo operativi e in ogni modo vi terremo aggiornati in tempo reale su questi spazi e in rete.

Diabetici Insieme a Bologna